L’azienda gestisce circa 4.000 tonnellate all’anno di rifiuti pericolosi e non pericolosi in massima parte destinati al recupero. Di questi, circa 2.700 tonnellate sono rappresentati da oli minerali usati raccolti grazie ad un lavoro esteso sul territorio siciliano (più di 2000 unità produttive) effettuato per conto del COOU (Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati) di cui è concessionaria da 20 anni.

 

 

Open chat